Gli+animali+prevedono+i+terremoti%3F+La+risposta+della+scienza
velvetpetsit
/2016/10/29/gli-animali-prevedono-i-terremoti/amp/
Categories: News

Gli animali prevedono i terremoti? La risposta della scienza

Gli animali hanno una particolare sensibilità a percepire l’arrivo dei terremoti. Numerose ricerche e statistiche hanno confermato il motivo dei loro strani comportamenti prima del verificarsi di un sisma.

In questo periodo in cui il Centro Italia continua ad essere colpito da scosse telluriche, molti si chiedono come gli animali domestici, in particolare i gatti e i cani, riescano a percepire l’arrivo di un terremoto. Nella maggior parte dei casi, gli animali tendono ad avere comportamenti anomali quali l’improvviso ansimare, il girovagare per casa, il continuo abbaiare, il rifiuto di andare nella  cuccia e l’istinto a scappare di casa. Ma da cosa scaturisce tutto questo?

È risaputo che molti animali hanno una sensibilità uditiva più sviluppata dell’essere umano, il quale non è in grado di udire suoni aventi una frequenza superiore ai 16.000 Hz, a differenza dei cani che raggiungono la frequenza di 60.000 Hz e dei gatti che arrivano a 70.000 Hz. Gli scienziati spiegano che, quando gli animali si agitano qualche minuto prima di un sisma, è perché avvertono le onde primarie che anticipano quelle percepibili dall’essere umano, invece quando manifestano anomalie ore o giorni prima subentrano altri fattori, quali le variazioni dei campi elettromagnetici, le correnti elettriche terrestri, le esalazioni di gas nel sottosuolo o la percezione di ioni positivi scaturiti dal movimento delle rocce.

Non solo cani e gatti, ma anche i rospi hanno una particolare sensibilità nel percepire le scosse sismiche, come dimostrato da uno studio condotto da una ricercatrice inglese nel 2009 sui rospi in Abruzzo, promosso dalla Open University di Milton Keynes, che evidenziò che cinque giorni prima del sisma che colpì l’Aquila gli anfibi incominciarono ad avere dei comportamenti anomali. Per studiare le reazioni dei quattro zampe ai terremoti, in seguito allo tsunami che colpì il Giappone nel 2011, il ricercatore Hiroyuki Yamauchi realizzò un sondaggio, dalle cui statistiche emerse che più di 1.200 proprietari di cani e 703 di gatti confermarono atteggiamenti insoliti dei loro animali.

Negli corso degli anni ci sono stati molti episodi in cui gli animali, grazie a questo spiccato dono di sensibilità, sono riusciti finanche a salvare delle vite (LEGGI ANCHE: NEPAL: LA STORIA DI SKAVLAN, IL CANE EROE CHE HA SALVATO DUE TURISTI SVEDESI) e per questo motivo non bisogna mai sottovalutare i loro comportamenti inconsueti.

Photo Credits: Twitter/Facebook

 

Redazione

Recent Posts

Attento a questo insetto in giardino e (soprattutto) fai in modo che il tuo cane non lo veda proprio

Hai trovato questo insetto in giardino? Fai il possibile per scacciarlo via e soprattutto fai…

2 ore ago

Hai trovato un cucciolo di cane abbandonato? Ecco cosa devi fare nell’immediato

Un incontro inaspettato: cosa fare immediatamente (e cosa non fare) se si trova un cucciolo…

8 ore ago

Portare il gatto al mare: cosa bisogna sapere prima di prendere iniziativa

Micio in vacanza: alcuni consigli utili sul modo migliore per godersi una bella giornata al…

14 ore ago

Colpo di calore nel cane, non commettere errori: potrebbero costargli caro

Se hai un cane con questo caldo devi fare molta attenzione ai colpi di calore:…

1 giorno ago

Piccioni sul balcone: così ho risolto il problema. Metodo che nessuno ha mai provato prima

La piaga dei piccioni in balcone: alcuni consigli utili e un metodo innovativo per liberarsene…

1 giorno ago

Zanzare bianche, fai molta attenzione: alcune specie sono pericolose, ecco come riconoscerle

Bisogna fare molta attenzione alle zanzare bianche: alcune possono essere pericolose e bisogna avere le…

2 giorni ago