Scoperta+in+mare+una+misteriosa+specie%3A+senza+occhi%2C+minuscola+e+gelatinosa+%5BVIDEO%5D
velvetpetsit
/2020/12/09/scoperta-in-mare-una-misteriosa-specie-senza-occhi-minuscola-e-gelatinosa-video/amp/

Scoperta in mare una misteriosa specie: senza occhi, minuscola e gelatinosa [VIDEO]

Un gruppo di ricercatori si è reso protagonista di una scoperta incredibile in mare. Trovata una creatura misteriosa senza occhi e dal corpo gelatinoso. Si tratta del primo avvistamento fatto nella storia e a farlo sono stati gli scienziati della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). Il ritrovamento risale a qualche tempo fa, ma prima di poter essere inserita ufficialmente tra le nuove specie presenti nella fauna marina, si sono rese necessarie una serie di analisi e test in laboratorio effettuati proprio dal gruppo di ricerca che ha scoperto la creatura nei fondali.

A che specie appartiene la nuova creatura misteriosa

Secondo le indagini effettuate dai ricercatori della NOAA, la nuova specie scoperta, apparterebbe ai ctenofori; una famiglia di creature acquatiche in prevalenza predatori o filtratori planctonici, dal corpo trasparente quasi interamente costituito da acqua. In genere questi particolari creature dei mari, sono lunghi pochi centimetri, ma la specie in questione è talmente minuscola da non misurare nemmeno un centimetro. Si tratta di un piccolo essere senza occhi e gelatinoso e ricorda nella consistenza il pesce Blob (considerato il pesce più brutto del mondo). Per il gruppo di ricerca è stato possibili identificare la creatura, solo grazie all’uso di filmati in HD registrati da un drone e poi distribuiti alla stampa.

Dove si trova la nuova specie e come vive

Appartenendo alla famiglia dei ctenofori, la nuova specie potrebbe essersi sviluppata in maniera del tutto indipendente dalle altre specie marine primitive (come ad esempio le spugne), essendo prive di buona parte delle caratteristiche fisiologiche che caratterizzano le specie più evolute. Sono con molta probabilità filtratori che si nutrono i piccoli batteri o altre sostanze presenti nei fondali. L’invertebrato è stato trovato al largo della costa di Porto Rico nel 2015 a una profondità di 3.900 metri; tuttavia se ne apprende l’esistenza solo in questi giorni, dopo i testi e le analisi effettuati dai ricercatori della NOAA, che ne hanno comunicato l’esistenza. Trattandosi di immagini e non dell’esemplare in “carna e ossa” le indagini hanno richiesto più tempo, ma oggi è confermata la presenza di questa nuova specie che abita i mari.

Il video su: The Guardian

LEGGI ANCHE: Qualcosa si muove nel tubo: scoperta impressionante, era incastrato nel… [VIDEO]

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Recent Posts

Appartengono a due razze diverse, ma questi due cagnolini sono davvero inseparabili: Thelma e Louise conquistano tutti

Dal mondo canino una storia di reciproco soccorso nelle difficoltà e amicizia che supera le…

2 ore ago

Lo trovano così e fanno di tutto per salvarlo: il video del drammatico intervento, incredibile come abbiano fatto

Un salvataggio emozionante che si può vedere in un video: ecco come i soccorritori aiutano…

3 ore ago

Vuoi sapere se il tuo cane vivrà a lungo? Uno studio svela un dettaglio fondamentale

Ogni cane ha il suo giorno, ma alcuni vivono più anni di altri. Uno studio…

5 ore ago

Rivoluzione nel mondo animale: i serpenti stanno cambiando e la scienza non sa perché

Nonostante il loro temibile aspetto, i serpenti sono diventati fondamentali per la scienza: ecco ciò…

7 ore ago

Max e Spike, amici per la pelle: il gattino supporta il cane cieco

Max e Spike sono un gatto e un cane diventati amici per la pelle. L'aiuto…

9 ore ago

Filaria, come riconoscere la malattia nei cani e nei gatti: attenzione a questi sintomi

Filaria: una malattia preoccupante. Scopriamo insieme quali sono i segnali da non ignorare nei cani…

10 ore ago