Processionaria%2C+tutto+quello+che+c%26%238217%3B%C3%A8+da+sapere+per+proteggere+i+cani
velvetpetsit
/2022/04/09/processionaria-rischi-per-i-cani-sintomi-e-come-intervenire/amp/
Pets Healthy

Processionaria, tutto quello che c’è da sapere per proteggere i cani

Con l’arrivo della primavera arriva anche un ulteriore pericolo per i cani: la processionaria. Questo insetto possiede un pelo urticante in grado di creare reazioni, anche piuttosto gravi, nei quattro zampe, solo con il contatto. Alla luce di quanto detto è indispensabile sapere come agire per proteggere gli animali da rischi che possono diventare preoccupanti.

La processionaria si nasconde nelle piante e può trasformarsi in un pericolo, non solo per gli arbusti che attacca, ma anche per gli animali che ne vengono a contatto. Si tratta di un insetto che torna in piena attività proprio in primavera; è in questa stagione, infatti, che bisogna proteggere particolarmente i cani.

La salute dei quattro zampe può essere messa a rischio da questo insetto; la loro peluria urticante, infatti, può essere dannosa in quanto in grado di scatenare reazioni anche piuttosto pericolose entrando in contatto con il manto o le mucose dell’animale.

I pericoli della processionaria e i sintomi più comuni

La processionaria del pino, detta scientificamente, Thaumetopoea pityocampa, è un lepidottero molto diffuso; durante la primavera si sposta dalla pianta ospite (formando una fila che ricorda proprio una processione) e cerca un luogo adatto per interrarsi e diventare farfalla. Tuttavia durante lo spostamento potrebbe mettere a repentaglio la salute di molti animali, soprattutto dei cani. La peluria di cui è dotato questo insetto, infatti, è fortemente urticante ed è in grado di scatenare reazioni a contatto con il manto, la bocca e le mucose del cane; se, ad esempio, si avvicina troppo alla lingua potrebbe procurare una necrosi capace di comportare la perdita di una porzione di quest’ultima.

Inoltre, un cane che malauguratamente mette in bocca una processionaria rischia di soffocare; per questo è importante fare attenzione in primavera, soprattutto in prossimità di pini, che il quattro zampe non entri mai in contatto con questo insetto. Tuttavia, se questo dovesse accadere è fondamentale controllare bene la bocca del cane per localizzare la zona interessata; lavare bene la parte che risulta stressata dal contatto. Servirsi possibilmente di acqua calda, perché riduce l’attività della tossina; evitare di sfregare la zona, questo, infatti, potrebbe spezzare i peli e facilitare il rilascio della tossina. Ma la cosa fondamentale è recarsi da un veterinario il prima possibile. Qualora non ci si accorge nell’immediato del contatto, può aiutare individuare alcuni sintomi: improvvisa ed eccessiva salivazione, diarrea, inappetenza, febbre, vomito e senza dubbio bocca infiammata e ingrossamento della lingua possono essere campanelli d’allarme.

LEGGI ANCHE: Pet Car: il segreto per mantenere i cani in forma è cambiare la dieta anche del padrone

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Recent Posts

Perché il gatto diventa aggressivo: cosa può fare il padrone per renderlo più mansueto

Avrai sicuramente sentito parlare di cani aggressivi e, probabilmente, un po' meno di gatti aggressivi.…

7 ore ago

Cibi da non dare assolutamente ai conigli: quali effetti collaterali possono insorgere nell’animale

I conigli sono animali erbivori che richiedono una dieta specifica per mantenere uno stato di…

10 ore ago

Volete adottare un gatto? Come capire se quello più adatto a voi è un maschio o una femmina

Quando si decide di accogliere in casa un nuovo amico a quattro zampe, una delle…

13 ore ago

Andare dal veterinario è un dramma per il cane? I motivi più comuni e come aiutarlo a superare lo scoglio

Andare dal veterinario rappresenta per molti cani un'esperienza neutra o addirittura positiva, ma per altri…

16 ore ago

Come diventare leader agli occhi dei nostri cani: perché è importante riuscire nell’intento per la sua sopravvivenza

La leadership è un concetto ampiamente discusso e analizzato in vari contesti, da quelli aziendali…

19 ore ago

Come capire se la nostra casa è pronta per l’arrivo di una cane: cosa togliere e cosa avere per la sua sicurezza

L'arrivo di un cane in famiglia è sempre un evento gioioso e carico di aspettative.…

22 ore ago