Scoperto+in+Marocco+nuovo+mostro+marino%3A+ha+il+muso+da+coccodrillo+e+il+corpo+da%26%238230%3B
velvetpetsit
/2020/10/14/scoperto-in-marocco-nuovo-mostro-marino-ha-il-muso-da-coccodrillo-e-il-corpo-da/amp/

Scoperto in Marocco nuovo mostro marino: ha il muso da coccodrillo e il corpo da…

Una scoperta incredibile arriva dal Marocco, alcuni ricercatori hanno scoperto una nuova specie di mostro marino spaventoso, con il muso da coccodrillo e una lunghezza pari a 17 metri circa. Protagonista del ritrovamento un gruppo di ricerca dell’Università di Alberta e alcuni collaboratori dell’Università di Cincinnati e della Flinders University. Gli esperti descrivono la creatura con un muso lungo e stretto e con i denti intrecciati, simili ai gaviali del Gange, un’animale appartenente alla famiglia dei coccodrilli e degli alligatori.

I ricercatori hanno pubblicato uno studio sulla scoperta inerente al mostro marino e ne hanno descritto le caratteristiche riscontrabili, definendo la creatura anche piuttosto pericolosa. Pare si tratti della più grande specie conosciuta che sembra essere vissuta tra 66 e 72 milioni di anni fa. Gli esperti ipotizzano che la creatura sia stata in grado di ritagliarsi una nicchia in un ecosistema marino molto competitivo durante il tardo Cretaceo.

Il mostro marino e le differenze con i suoi simili

Secondo quanto si apprende dallo studio pubblicato dai ricercatori dell’Università di Alberta e i collaboratori dell’Università di Cincinnati e della Flinders University, il mostro marino viveva in una parte di quello che oggi è il Marocco. I suoi resti fanno ipotizzare che si trattasse di un vero e proprio incubo dei mari; solo il suo cranio infatti era lungo più di un metro e la sua testa era simile a quella di un attuale coccodrillo. Nonostante i denti intrecciati e il corpo forse più simile a quello di un pesce, la creatura pare rientri nella famiglia dei Mosasauri; tuttavia il muso lungo pare dimostri che si sia evoluto per una forma specifica di predazione all’interno dell’ecosistema. I resti della nuova specie sono stati scoperti in una miniera di fosfati in Marocco; ma purtroppo, a causa della presenza di poche ossa isolate oltre al cranio, gli esperti non possono affermare con certezza la forma della creatura.

LEGGI ANCHE: Enorme “mostro marino” lungo 15 metri si spiaggia sulla costa: terrore tra i presenti

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Recent Posts

Cosa può succedere se il cane mangia la Cycas

### Alimenti e Piante Tossiche per i Cani I nostri amici a quattro zampe, in…

11 ore ago

Perché il gatto fa pipì ovunque

Un comportamento che può sorprenderci ed infastidire, ma è molto frequente. Perché il gatto fa…

17 ore ago

Come capire se al cane fanno male i denti

Un problema frequente che va risolto nel modo migliore possibile: come capire se al cane…

23 ore ago

I cani capiscono quando stanno per morire?

Un argomento ampio e pieni di implicazioni per le nostre vite e quelle dei nostri…

1 giorno ago

I gabbiani sono pericolosi?

I gabbiani sono pericolosi? Una domanda che ci siamo posti spesso, ora che questi grandi…

2 giorni ago

Malattie che il cane trasmette all’uomo con la saliva

L'affetto canino: un segno d'amore spontaneo che tuttavia nasconde dei rischi da non trascurare in…

2 giorni ago