Arrivano+in+aeroporto+i+primi+cani+anti-Covid%3A+un+fiuto+infallibile
velvetpetsit
/2021/09/15/cani-anti-covid-arrivano-in-aeroporto-a-miami-individuano-gli-odori/amp/
Addestramento

Arrivano in aeroporto i primi cani anti-Covid: un fiuto infallibile

Si tratta dei primi due cani addestrati per riconoscere la presenza del Covid tra i passeggeri in transito; hanno ‘preso servizio’ presso l’aeroporto di Miami, ufficialmente il 13 settembre scorso. Come si legge su Ansa, i media statunitensi hanno spiegato che si tratta di un programma pilota; il progetto, non a caso, parte infatti da uno degli scali più trafficati in Usa.

L’aeroporto di Miami è ufficialmente il primo ad impiegare i cani addestrati per individuare il Covid e quindi anch’essi fondamentali nella battaglia contro la Pandemia. In questa lotta contro il virus, i quattro zampe sembrano essere degli ottimi alleati, a confermarlo sarebbe anche uno studio della Florida International University che ha valutato i livelli di precisione degli animali nel riuscire ad individuare alterazioni di odori, dovuti alla presenza del virus.

Il lavoro prezioso dei cani anti-Covid

Secondo lo studio pubblicato dalla Florida International University, i cani sono in grado di individuare la presenza del Covid con una precisione che può variare dal 96 al 99%. Cobra, per esempio, una femmina di Malinois Belga, ha sfiorato praticamente quasi l’accuratezza assoluta, raggiungendo un tasso di precisione del 99,4%; e se questo risultato sembra già strepitoso, c’è chi ha fatto persino di più, One Betta, un Pastore Olandese è arrivato al 98,1%.

Sono questi due ‘precisissimi’ cani che annuseranno le mascherine, al momento solo dei dipendenti, che passano attraverso un checkpoint per rilevare la presenza del virus nel sudore, nel respiro e negli odori; considerando tutti i cambiamenti metabolici che il Coronavirus è in grado di procurare al corpo umano. Se i quattro zampe anti-Covid dovessero segnalare l’alterazione degli odori, allora il soggetto sarà sottoposto immediatamente alla somministrazione di un test rapido, per confermare o meno la presenza del virus.

LEGGI ANCHE: Romania, giocatori di serie A scendono in campo con i cani randagi: promuovere le adozioni

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Recent Posts

A che età sterilizzare il cane

### A che età sterilizzare il cane? La questione dell'età ottimale per la sterilizzazione del…

3 ore ago

Cosa può succedere se il cane mangia la Cycas

### Alimenti e Piante Tossiche per i Cani I nostri amici a quattro zampe, in…

15 ore ago

Perché il gatto fa pipì ovunque

Un comportamento che può sorprenderci ed infastidire, ma è molto frequente. Perché il gatto fa…

21 ore ago

Come capire se al cane fanno male i denti

Un problema frequente che va risolto nel modo migliore possibile: come capire se al cane…

1 giorno ago

I cani capiscono quando stanno per morire?

Un argomento ampio e pieni di implicazioni per le nostre vite e quelle dei nostri…

2 giorni ago

I gabbiani sono pericolosi?

I gabbiani sono pericolosi? Una domanda che ci siamo posti spesso, ora che questi grandi…

2 giorni ago