Sindrome+del+cervo+zombie%2C+pu%C3%B2+essere+trasmessa+a+cani+e+gatti%3F+La+parola+ai+virologi
velvetpetsit
/2024/02/23/sindrome-del-cervo-zombie-puo-essere-trasmessa-a-cani-e-gatti-la-parola-ai-virologi/amp/
Pets Healthy

Sindrome del cervo zombie, può essere trasmessa a cani e gatti? La parola ai virologi

La sindrome del cervo zombie si riscontra nei cervi e negli alci, ma molte persone si chiedono se anche il loro cane è a rischio.

La malattia definita “sindrome del cervo zombieè caratteristica degli animali da caccia, come i cervi. Questa patologia è ciò che i biologi descrivono come un prione, un catalizzatore di malattie infettive.

Malattia del cervo zombie, esperti in allarme (velvetpets.it)

Poiché è noto che i prioni passano da una specie all’altra (un cervo infetto espelle i rifiuti in un pascolo dove si nutrono le mucche), i proprietari di animali domestici potrebbero chiedersi se anche il loro cane è a rischio di contrarre questa malattia infettiva mortale. Di seguito, scopriamo cosa hanno rivelato i virologi.

Sindrome del cervo zombie: cos’è e perché può essere rischiosa per cani e gatti

Non sono stati segnalati casi di cani e gatti affetti da sindrome del cervo zombie. Tuttavia, alcuni proprietari di animali domestici, in particolare nelle zone rurali degli stati con un’elevata attività della malattia, hanno espresso preoccupazione sulla possibilità che il loro cane possa contrarre la malattia ingerendo la carne di un animale morto e infetto.

Cervi zombie, cosa sono e perché preoccupano gli scienziati (velvetpets.it)

Fortunatamente, i virologi notano che questa malattia da prioni non è attualmente in grado di trasmettersi ai cani. Man mano che la sindrome progredisce, potrebbe evolversi, modificando i suoi filamenti, rendendo potenzialmente possibile ad altre specie di acquisirla.

Per questo motivo, molti veterinari consigliano ai proprietari di cani di diffidare degli animali infetti, vivi o morti, che entrano in stretto contatto con il loro animale domestico. È dunque altamente improbabile che i sintomi che si possono riscontrare nel proprio animale siano collegati alla malattia. Nei cervi e negli alci, alcuni segni di infezione comprendono movimenti nervosi o ansiosi, salivazione eccessiva, digrignamento della mascella. In alcuni casi potrebbe notarsi un aspetto gravemente emaciato e testa e orecchie cadenti.

Poiché la malattia colpisce la funzione del cervello, la disfunzione neurologica o del sistema nervoso nel tuo animale domestico può assomigliare molto ai sintomi di questa malattia da prioni. Nel caso di questa patologia, il catalizzatore iniziale è una sorta di proteina che si forma nel corpo dal tessuto cellulare. Questo si chiama prione e la sua anomalia è che inizia a infettare e distruggere il corpo dall’interno. I prioni “vivono” nel sistema nervoso, il che spiega i principali sintomi della malattia. Una volta che questo animale viene infettato, diventa contagioso, diffondendo la malattia con i suoi rifiuti, la decomposizione corporea e l’interazione con altri animali della sua specie.

Antonella Acernese

Recent Posts

Adozione di un gatto: i passaggi da fare per essere in regola su tutti i fronti

Adottare un gatto rappresenta non solo un gesto d'amore ma anche una grande responsabilità, capace…

3 ore ago

Il cane si morde spesso le zampine? Oltre allo stress ci può essere un altro motivo, molto più serio

Adottare un cane è una scelta che va ponderata con attenzione, perché si tratta di…

6 ore ago

Pulci nel cane: come individuarle e cosa fare nel caso in cui il cane le abbia contratte

Le pulci sono parassiti esterni che possono attaccare il cane in qualsiasi periodo dell'anno, ma…

9 ore ago

Cani e gatti in auto, attenzione a questa legge: le multe sono altissime

I nostri amici a quattro zampe, cani e gatti, sono animali che amano la libertà…

12 ore ago

Gatto che beve molto: questo segnale potrebbe nascondere una patologia molto grave

I gatti sono creature affascinanti con comportamenti che spesso lasciano perplessi noi umani. Tra questi,…

15 ore ago

Il cane fa i bisogni in casa: segnale allarmante, il motivo potrebbe essere grave

I cani sono animali domestici che richiedono molte attenzioni, e spesso i padroni si trovano…

18 ore ago