Guarda attentamente gli occhi del cane: questi ‘dettagli’ possono essere legati alla congiuntivite, ecco come intervenire (subito)

La salute del nostro amico a quattro zampe è fondamentale per garantirgli una vita serena e felice. Per questo motivo, è importante sapere cosa fare in caso di malattia o disturbo improvviso.

Quando decidiamo di prendere un cucciolo in casa diventiamo responsabili del suo benessere fisico e psicologico. Il nostro compito sarà quello di accudirlo, nutrirlo ed educarlo affinché possa crescere sano e forte. Tuttavia, nonostante tutta l’attenzione che mettiamo nell’allevare il nostro amico a quattro zampe, può capitare che si ammali all’improvviso o che manifesti dei fastidi inspiegabili.

cane con coingiuntivite
Come intervenire quando ci si accorge che il cane ha la congiuntivite – velvetpets.it

Tra le patologie più comuni nei cani troviamo la congiuntivite, che colpisce l’occhio dell’animale causandone infiammazione ed arrossamento delle palpebre. I sintomi tipici includono lacrime continue, arrossamento degli occhi, chiusura degli occhi dovuta al dolore, sensibilità alla luce, secrezione purulenta giallastra o mucosa chiara dagli occhi, prurito e starnuti continui se associati ad allergia.

Congiuntivite nel cane: i segnali da non sottovalutare e come intervenire

La congiuntiva è una membrana trasparente che riveste l’interno delle palpebre proteggendo gli occhi da polvere, batteri ed agenti esterni dannosi per l’apparato visivo dell’uomo, ma anche del cane. Quando questa parte dell’occhio si infiamma parliamo appunto di congiuntivite, che può essere causata da diversi fattori tra cui virus, batteri, funghi, allergeni (polline), corpi estranei (polvere), traumi, cisti lacrimali, distacco della retina, glaucoma, ulcera corneale.

gocce di collirio per il cane
Il collirio può essere utile per dare sollievo al cane – velvetpets.it

Se notate uno o più dei segni sopra elencati non esitate a portare subito il vostro animale dal veterinario, per evitare complicazioni future all’apparato visivo del vostro animale domestico. Solo un esperto potrà diagnosticare correttamente la causa scatenante, quindi prescriverà farmaci specifici come colliri antibiotici, oppure antinfiammatori cortisonici se necessari.

Inoltre sarà utile lavargli spesso gli occhietti utilizzando acqua tiepida pulita oppure camomilla tiepida, senza conservanti. Questo aiuterà ad alleviare bruciore e prurito al vostro cucciolo, permettendogli così di stare meglio fino alla visita specialistica successiva.

Per prevenire lo sviluppo della congiuntivite nei nostri cani è essenziale mantenere un ambiente pulito e sicuro per loro. Evitare esposizioni prolungate a sostanze irritanti come fumo o prodotti chimici aggressivi può ridurre significativamente il rischio di irritazioni agli occhi. Inoltre, controllare regolarmente lo stato di salute degli occhi del proprio cane durante le visite veterinarie di routine può aiutare a identificare precocemente eventuali problemi, consentendo così un intervento tempestivo.

Impostazioni privacy