Spese veterinarie sostenute dallo stato: ecco la guida ai bonus disponibili nel 2024

Spese veterinaria sostenute dallo Stato: ecco la guida ai bonus disponibili nel 2024 per tutti coloro che hanno animali.

Se avete degli animali sapete benissimo di cosa stiamo parlando: le spese veterinarie sono davvero un salasso alle volte. Lo Stato però ha pensato anche a questo: ecco tutti i bonus disponibili nel 2024.

spese veterinario bonus 2024
Spese veterinarie sostenute dallo stato-Velvetpets.it

Gli animali sono al centro delle vita di tantissime persone, quelli domestici infatti hanno preso sempre di più il cuore di tante famiglie che scelgono di adottare o comprare un animale di razza. Che sia un cane o un gatto, oltre ad aver bisogno di tanto amore, necessita anche di responsabilità e di cure, che passano anche per il veterinario. Per aiutare le persone a sostenere le spese ecco i bonus che possono facilitare tutti.

Bonus 2024 per le spese veterinario: ecco tutto quello che c’è da sapere

Per aiutare tutti quanti a sostenere quindi le spese veterinarie, il Governo ha introdotto il Bonus animali domestici che negli ultimi anni ha assunto diverse forme. Nel 2023, della miriade di proposte avanzate, è stata accolta quella della detrazione fiscale. Si tratta quindi di una detrazione del 19% sulle spese veterinarie che sono necessarie per garantire la buona salute degli animali a quattro zampe, caso o getti. Il limite di spesa su cui si può calcolare la detrazione è di 550 euro. Si tratta di una sogli annuale indipendente dal numero di animali che si possiedono e dalla quantità di spese sostenute.

bonus spese veterinario
Ecco la guida ai bonus disponibili nel 2024-Velvetpets.it

Nelle famiglie italiane, secondo una ricerca di Altroconsumo, ci sono circa 62milioni di amici a quattro zampe. Una ricerca condotta da Eurispes nel 2022 mostra che il 44,7 % degli italiani possiede infatti un cane in casa mentre il 35,4% ha un gatto. Chi possiede un animale a quattro zampe infatti spende tantissimo, si stima che in un anno si arrivi a 1.500 euro. Di questi una parte è destinata alle cure veterinarie ovvero parliamo di circa 340 euro.

La Legge di Bilancio 2023 dove introdurre il Bonus di 150 euro all’anno che poteva arrivare a 900 euro in base all’ISEE. Il Governo ha bocciato la proposta, ma ha deciso di agevolare i possessori di animali solo con la detrazione per le spese veterinarie. In questo caso quindi bisognerà attivarla solo nel momento in cui viene fatta la dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle Entrate quando quindi le spese veterinarie vengono sottratte fino a 550 euro. Possono richiederlo tutti i tutori legali dell’animale e solo una volta. Non possono richiedere il Bonus coloro che hanno animali destinati all’allevamento, alla riproduzione, alle attività commerciali e ovviamente quelle illegali.

Impostazioni privacy