Tartarughe d’acqua dolce, con che frequenza darle da mangiare e i cibi da evitare assolutamente: può costarle la vita

Le tartarughe d’acqua dolce sono creature affascinanti e delicate, che richiedono cure particolari per vivere una vita lunga e felice.

Questi animali, amati sia dai grandi che dai piccini, possono diventare degli ottimi compagni di vita se trattati con la dovuta attenzione, soprattutto per quanto riguarda la loro alimentazione.

tartaruga d'acqua dolce nella mano del proprietario
A cosa stare attenti nella nutrizione delle tartarughe d’acqua dolce – foto: Canva – velvetpets.it

L’alimentazione è fondamentale per la salute delle tartarughe d’acqua dolce. Essendo onnivore, queste creature necessitano di una dieta variegata ed equilibrata, che includa sia cibi vegetali sia animali. Una corretta alimentazione non solo garantisce il benessere fisico della tartaruga, ma contribuisce anche al suo sviluppo e alla sua longevità.

Alimentazione delle tartarughe d’acqua dolce: cosa c’è da sapere

Per soddisfare le esigenze nutrizionali delle tartarughe d’acqua dolce è fondamentale offrire loro una vasta gamma di alimenti. Tra i più indicati troviamo pesce crudo, carne magra (come pollo o tacchino), frutta fresca, verdura fresca e insetti (vivi o morti come grilloni). È essenziale variare frequentemente gli alimenti forniti per garantire una dieta bilanciata.

Non tutti gli alimenti sono adatti alle nostre amiche tartarughe; alcuni possono essere addirittura dannosi. Tra questi troviamo cipolle, aglio e cioccolato, sostanze tossiche che possono provocare seri problemi di salute alle tartarughe fino a causarne il decesso. È quindi vitale prestare attenzione alla scelta degli alimenti da offrire.

tartaruga d'acqua dolce
Cosa non bisogna mai dare da mangiare alla tartaruga d’acqua dolce – foto: Canva – velvetpets.it

La frequenza con cui nutrire le tartarughe varia in base all’età dell’animale: mentre le giovani necessitano di essere nutrite quotidianamente, quelle adulte richiedono il pasto solo tre volte a settimana. Ricordate sempre il principio “pochissimo ma buono” per evitare sovralimentazioni o carenze nutritive.

Determinare la quantità esatta di cibo da somministrare è fondamentale per prevenire l’obesità nelle tartarughe d’acqua dolce così come problemi intestinali, derivanti da un’eccessiva ingestione di cibo premio come insetti o frutta fresca. La regola generale suggerisce porzioni moderate adattate all’età e alla dimensione dell’esemplare in questione.

Prendersi cura delle proprie tartarughe d’acqua dolce significa dedicarsi (con molta attenzione) alla loro dieta, assicurandosi che sia variegata ed equilibrata. Evitando gli alimenti nocivi e rispettando i consigli su frequenza e quantità dei pasti, si può garantire loro una vita sana ed appagante. Avere in casa un animale che è sereno, tranquillo e sta bene è motivo di orgoglio e soddisfazione per ogni proprietario. D’altronde, questi piccoli animaletti non richiedono tante cure, solo delle piccole attenzioni.

Impostazioni privacy