Pochi e semplici passaggi per addomesticare il pappagallo: mai fare questi errori nei primi giorni di convivenza

Addomesticare un pappagallo non è un’impresa semplice, ma con pazienza, dedizione e i giusti accorgimenti, è possibile instaurare un rapporto di fiducia e affetto con questi splendidi uccelli. 

Il primo passo fondamentale nell’addomesticamento del pappagallo riguarda la scelta dell’ambiente in cui vivrà. Contrariamente a quanto si possa pensare, posizionare la gabbia in una stanza isolata non è l’ideale per tutti i tipi di pappagalli.

pappagallo poggiato sul braccio del proprietario
Il pappagallo può essere addomesticato semplicemente, seguendo alcune strategie – velvetpets.it

Se avete adottato un animale giovane o allevato a mano, è preferibile collocare la gabbia in una zona centrale della casa, come il soggiorno o il salotto. Questo permetterà al vostro nuovo amico pennuto di abituarsi rapidamente ai rumori domestici e alle routine familiari, facilitando l’interazione e rafforzando il legame tra voi.

Come addomesticare il pappagallo: i segreti degli esperti

Un altro aspetto cruciale nell’addomesticamento del pappagallo consiste nel concedergli una certa libertà all’interno della casa. Lasciare aperta la porta della gabbia (assicurandosi che l’ambiente sia sicuro e privo di pericoli) incoraggia l’esplorazione e dimostra al vostro pappagallo che non avete intenzione di confinarlo permanentemente. Questo gesto simbolico costruisce fiducia reciproca e permette all’animale di ambientarsi gradualmente al nuovo contesto domestico.

Prima di lasciare libero il vostro pappagallo nella casa, è essenziale assicurarsi che l’ambiente sia sicuro per lui. Eliminate tutti i potenziali pericoli come finestre aperte senza reti protettive, padelle antiaderenti calde (le quali possono rilasciare fumi tossici), acqua bollente incustodita o mobili in cui potrebbe rimanere intrappolato. La sicurezza del vostro amico pennuto deve essere sempre la priorità principale.

pappagallo libero in casa
Lasciare libero il pappagallo in casa può aiutare ad instaurare un buon rapporto – velvetpets.it

L’interazione con il vostro pappagallo dovrebbe evolversi gradualmente. Se avete adottato un esemplare molto giovane allevato a mano, sarà più semplice stabilire un contatto fisico precoce. Tuttavia, anche nel caso di uccelli selvatici o semplicemente timorosi nei confronti dell’uomo, è possibile costruire lentamente una relazione basata sulla fiducia reciproca attraverso piccoli gesti quotidiani che dimostrino affetto senza invadenza.

Uno dei primi comandi da insegnare al proprio pappagallo è lo “step up”, ovvero salire su un dito o su una pertica a comando. Questa abilità non solo rafforza ulteriormente il legame tra voi, ma rende anche più facile gestire l’uccello durante le attività quotidiane. Ricompensate ogni successo con premietti gustosi o carezze (se gradite), mostrando pazienza ed evitando forzature che potrebbero spaventarlo.

Includere il vostro pappagallo nelle attività quotidiane può essere molto gratificante, sia per voi che per lui. Che si tratti di portarlo con sé mentre si svolgono mansioni domestiche utilizzando stand portatili oppure semplicemente facendogli compagnia mentre si legge o si lavora al computer; queste esperienze condivise arricchiscono notevolmente la vita sociale dell’animale contribuendo alla sua felicità generale.

In conclusione, addomesticare un pappagallo richiede tempo, pazienza e coerenza in ogni gesto, ma seguendo questi consigli sarete ben equipaggiati per intraprendere questa avventura insieme al vostro nuovo compagno pennuto.

Impostazioni privacy