Oipa+scende+in+strada+per+i+cani+dei+clochard+%5BVIDEO%5D
velvetpetsit
/2022/01/25/oipa-progetto-virginia-sostegno-ai-cani-dei-clochard-video/amp/
News

Oipa scende in strada per i cani dei clochard [VIDEO]

L’Organizzazione Internazionale Protezione Animali ha deciso di scendere in strada, a Milano, per aiutare i cani dei clochard. Un sostegno concreto ai quattro zampe che vivono in simbiosi con i loro proprietari senza fissa dimora e che come tutti (forse più degli altri) hanno bisogno di cure mediche, cibo e attenzioni. Nasce del 2018 e si chiama Progetto Virginia, l’iniziativa che si propone come scopo quello di fornire assistenza veterinaria e comportamentale gratuita ai cani di strada.

Il Progetto Virginia

Come spiega la nota diffusa da Oipa, in assenza di luoghi che accolgano i senzatetto con i loro cani e di un servizio veterinario per la loro cura in caso di bisogno, l’intervento dei volontari dell’Oipa diventa di fondamentale importanza per garantire loro degli aiuti concreti. Si tratta di un’iniziativa che assiste, in questo senso, sia i quattro zampe che i proprietari clochard.

Il Progetto Virginia nasce a Milano ed è dedicato ad una delegata dell’Oipa milanese scomparsa prematuramente; questa iniziativa si propone di mettere a disposizione dei cani, amici fedeli dei clochard, un veterinario e un educatore cinofilo. Il desiderio è di fornire ai quattro zampe, almeno, le cure di base e, allo stesso tempo, donare ai proprietari alcuni consigli su come gestire gli animali.

Alcuni degli animali dei clochard aiutati da Oipa

La nota che diffonde il Progetto Virginia elenca anche alcuni casi concreti; cani che, grazie all’aiuto dell’Organizzazione hanno potuto ricevere cure di cui necessitavano. Oipa ci racconta la storia di Guizzo, cane che, anziano e malato, ha dovuto affrontare tanti problemi per sopravvivere e a cui i volontari dell’Oipa hanno rivolto cure e sostentamento per aiutarlo a migliorare il suo stato di salute e la qualità della sua vita.

E poi c’è la storia di Nena (che vi abbiamo raccontato nel dettaglio alcune settimane fa); cagnolina affetta da una grave infezione all’utero urgentemente soccorsa e operata; finalmente libera dal suo dolore, ha potuto riabbracciare la sua migliore amica umana. E ancora Loki e Linda, due cani cui gli Angeli Blu hanno destinato cibo, coperte, cappottini, masticativi, collari e pettorine, ponendo sotto controllo il loro stato di salute.

Il tipo di assistenza fornita

Sono diversi i tipi di assistenza forniti da Oipa all’interno del Progetto Virginia. Si parte dai generi di prima necessità; come cibo normale o specifico, poi anche snack masticativi per la parte comportamentale. Oltre ai viveri anche coperte e cappottini per coprirli dal freddo, antiparassitari, integratori e farmaci su prescrizione veterinaria, monitoraggio costante.

Alla prima assistenza si accompagnano le cure veterinarie, anche nelle situazioni più gravi; in molti casi, infatti, si offre alla persona clochard di poter portare il proprio cane da un veterinario, offrendo un’assistenza specifica e totalmente gratuita. Infine, il Progetto Virginia si avvale anche della preziosa collaborazione delle guardie eco-zoofile dell’Oipa; figure indispensabili che intervengono per verificare la regolare detenzione dei cani e le loro condizioni secondo i Regolamenti per il benessere e la tutela degli animali del Comune di Milano e della Regione Lombardia.

LEGGI ANCHE: Cane randagio salva una bambina da una bufera di neve

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Recent Posts

Perché bisogna stare (molto) attenti alle zanzare: cosa succede al corpo quando pungono

Pensiamo solo al fastidio e alle notti insonni, ma la situazione più complessa. Cosa succede…

9 ore ago

Lasci spesso il gatto da solo a casa? Allora devi assolutamente sapere questo

Qualcosa a cui dovremmo pensare, se ancora non l'abbiamo fatto. Il nostro gatto soffre se…

15 ore ago

Quanti anni ha la tua tartaruga: ecco i dettagli che te lo fanno capire in 3 secondi

Una curiosità che puoi risolvere con pochi indizi rilevatori. Ecco come capire subito l'età della…

21 ore ago

Cane che si gratta continuamente (senza pulci), fai molta attenzione: ecco cosa può significare

Un comportamento frequente e che suscita molti interrogativi. Perché il cane si gratta anche se…

1 giorno ago

Pochissimi sanno perché le blatte sono davvero pericolose: la scoperta è abbastanza sconvolgente

Creano forte disgusto e repulsione ma non è questo l'unico problema. Perché le blatte sono…

2 giorni ago

Troppo carini gli scoiattoli che si incontrano al parco, ma sai che sono pericolosi? Ecco perché

Bello a vedersi ma è meglio tenersi a distanza. Il piacere dell'incontro non deve distrarci.…

2 giorni ago