Alimentazione corretta per un gatto in salute: quale prediligere e cosa evitare

Quando si tratta di nutrire il nostro amato felino, la domanda che spesso ci poniamo è: qual è il miglior cibo per un gatto?

A tal proposito, bisogna conoscere l’importanza della carne nella dieta del gatto, l’inadeguatezza dei carboidrati e degli amidi per la loro digestione, e l’essenzialità dell’apporto liquido nel loro regime alimentare.

Gatto molto grande mangia dalla ciotola
Cosa non deve mancare in una corretta alimentazione per il gatto – velvetpets.it

I gatti sono carnivori stretti o obbligati; questa è una verità che non possiamo ignorare quando scegliamo cosa mettere nella loro ciotola. A differenza dei cani che hanno sviluppato una certa tolleranza verso i carboidrati, rendendoli carnivori opportunisti, i gatti hanno mantenuto intatta la loro natura predatrice.

Di cosa ha bisogno un gatto per una corretta alimentazione

I gatti hanno bisogno di carne non solo come fonte primaria di energia, ma anche perché solo dalla carne possono ottenere tutte le sostanze nutritive essenziali per la loro crescita e sopravvivenza. Il fegato del gatto contiene enzimi specifici capaci di sintetizzare sostanze nutritive come il glucosio direttamente dalla carne, bypassando così la necessità di carboidrati presenti nella dieta degli erbivori o onnivori.

Le proteine giocano un ruolo cruciale nell’alimentazione del gatto. Se forniamo ai nostri felini un cibo con un contenuto proteico scarso, gli enzimi digestivi cercheranno le proteine mancanti direttamente nei muscoli dell’animale, portando a conseguenze negative come l’atrofia muscolare. Questo sottolinea ulteriormente l’esigenza di garantire che la carne sia sempre l’ingrediente principale nel cibo destinato ai nostri compagni a quattro zampe.

gatto con scatoletta di cibo aperta
C’è una netta differenza tra il cibo umido e le crocchette secche per il gatto – velvetpets.it

Originari del deserto africano, i gatti non sono naturalmente inclini a bere molta acqua. Il loro organismo si è evoluto per ottenere quasi tutto il liquido necessario dalle prede che cacciano. Questo adattamento ha reso i reni dei gatti estremamente efficienti nel filtrare il sangue utilizzando minimi quantitativi d’acqua disponibili nel cibo consumato. Pertanto, è fondamentale assicurarsi che la dieta del nostro felino includa una buona quantità di liquidi.

Ecco che emergono, dunque, due caratteristiche fondamentali che deve avere il cibo ideale per i nostri amici felini: deve essere ricco in carne; poi, deve contenere liquidi sufficienti a soddisfare le esigenze idriche dell’animale senza costringerlo ad aumentare significativamente l’assunzione d’acqua da fonti esterne alla sua dieta naturale.

La soluzione ottimale, si può dire sia una dieta naturale casalinga o BARF (Biologically Appropriate Raw Food), preparata con l’aiuto di un nutrizionista veterinario in modo da garantire sia un adeguato apporto proteico, sia quello idrico necessario al benessere del nostro micio. Tuttavia, quando questo non è possibile e ci si deve affidare al cibo industriale, si consiglia di preferire il cibo umido rispetto alle crocchette secche.

Nonostante le crocchette siano considerate meno appropriate rispetto all’alimento umido, principalmente a causa della scarsa presenza d’acqua in esse contenuta – fatto che ha contribuito all’aumento dei casi di problemi renali nei felini – possono comunque avere un ruolo nella dieta quotidiana dei nostri amici pelosi. È importante scegliere crocchette di alta qualità e integrarle con pasti umidi principali in modo da garantire sia varietà, che equilibrio nutrizionale.

 

Impostazioni privacy