Quali sono le malattie che i cani possono trasmettere all’uomo: come riconoscerne i sintomi e cosa fare

Nel rapporto tra uomo e cane si nasconde un aspetto poco noto, ma di fondamentale importanza per la salute pubblica: le malattie trasmissibili dai cani agli esseri umani.

Queste patologie, note come zoonosi, possono variare da lievi a gravi e talvolta essere fatali se non riconosciute e trattate tempestivamente.

cane piccolo dal veterinario
Sono molte le malattie trasmissibili da animali ad esseri umani – velvetpets.it

Ma quali sono le principali malattie che i nostri amici a quattro zampe possono trasmetterci? E’ bene conoscere, a tal punto, anche i sintomi da monitorare e le misure preventive da adottare per proteggere sia la nostra salute che quella dei nostri fedeli compagni.

Tutte le malattie che possono essere trasmesse da animale a uomo

I nematodi sono vermi parassiti che possono essere trasmessi all’uomo attraverso diversi vettori. La loro diffusione può avvenire durante la gestazione o l’allattamento del cucciolo, oppure tramite l’ingestione di uova presenti nel terreno. Sebbene spesso non manifestino sintomi evidenti negli animali adulti sani, nei cuccioli possono causare disturbi gastrointestinali come diarrea e vomito. La prevenzione passa attraverso una corretta igiene ambientale e controlli veterinari regolari.

cane malato viene curato dal veterinario
I cani possono avere malattie pericolose anche per l’uomo, ma quali sono? – foto: Canva – velvetpets.it

La giardiasi è causata da protozoi che provocano diarrea sia nei cani che negli esseri umani. Il contagio avviene principalmente attraverso l’ingestione di acqua contaminata da questi microorganismi. Alcuni genotipi del protozoo sono in grado di infettare anche gli uomini, rendendo cruciale il trattamento delle acque e la prevenzione della contaminazione ambientale.

Le tenie sono vermi parassiti trasmissibili all’uomo principalmente tramite pulci infestate o ingestione accidentale di uova presenti in cibo, acqua o superfici contaminate. Queste parassitosi possono rimanere asintomatiche, ma talvolta causano disturbi digestivi ed è possibile osservare segmenti del verme vicino all’ano dell’animale infetto. La formazione di cisti idatidee in organi vitali umani sottolinea l’importanza della sverminazione periodica dei nostri animali domestici.

La filariasi coinvolge un parassita trasmesso dalle zanzare che può colpire gravemente il sistema cardiocircolatorio del cane e indirettamente rappresenta una minaccia anche per l’uomo. Sebbene non ci sia una trasmissione diretta cane-uomo, la presenza del parassita nell’ambiente aumenta il rischio di contagio umano tramite punture di zanzara infetta.

La tigna è una malattia fungina caratterizzata dalla comparsa di lesioni circolari sulla pelle degli animali infetti ed è facilmente trasmissibile agli esseri umani attraverso il contatto con spore presenti nell’ambiente domestico condiviso con animali infetti.

Causata da un acaro che si insinua sotto la pelle provocando prurito intenso e alopecia nelle zone colpite, la scabbia è altamente contagiosa soprattutto tra individui con sistema immunitario compromesso. La pulizia accurata degli ambienti condivisi è fondamentale per limitarne la diffusione.

Nonostante i progressivi successi della vaccinazione antirabica, nella maggior parte dei paesi tropicali la rabbia rappresenta ancora una seria minaccia per la salute pubblica. La trasmissione dal cane all’uomo può avvenire attraverso il contatto con la saliva dell’animale infetto. La prevenzione rimane il vaccino, l’unica arma efficace contro questa patologia letale.

Il cane agisce come serbatoio sia per la leishmaniosi che per la leptospirosi, due patologie che vengono trasmesse attraverso le punture di zanzara e – nel caso della seconda – anche dal contatto con acqua o terreni contaminati. Il sintomi possono variare da danni digestivi a problemi di organi interni come fegato e reni e sottolineano l’importanza della prevenzione e controllo veterinario.

 

Impostazioni privacy