Cani che “impazziscono” improvvisamente: perché succede e come intervenire con efficacia

Il comportamento dei cani, come di tutti gli altri animali, è sempre stato un argomento di grande interesse e curiosità per gli amanti degli animali.

Tra i vari comportamenti osservati, uno che spesso lascia perplessi i proprietari è quello che sembra essere un improvviso momento di “follia” del proprio amico a quattro zampe. Ma cosa scatena questi attacchi ‘apparenti’ nei nostri cani?

cane che fa dei salti d'euforia
Perché ogni tanto si verificano dei momenti di apparente follia nei cani – velvetpets.it

Il fenomeno noto come FRAP (Frenetic Random Activity Period), o “periodo casuale di attività frenetica”, è particolarmente comune nei cuccioli. Questi episodi sono caratterizzati da una mancanza di controllo momentanea, durante la quale il cane inizia a correre ad alta velocità, adottando una postura molto particolare: flette le zampe posteriori, nasconde quasi completamente la coda tra esse e abbassa il posteriore.

Perché il cane all’improvviso sembra impazzito

Durante questi momenti, il cane tende a seguire lo stesso percorso, effettuando cambi di direzione goffi e bruschi ed evitando o saltando ostacoli, senza praticamente ridurre la velocità. Ma perché accade tutto ciò? Semplicemente, è un modo per i cuccioli di liberare l’energia in eccesso, accumulata durante la giornata.

Un altro aspetto interessante – a tal proposito – riguarda il ritmo circadiano dei cani, ovvero quel ciclo naturale che regola i cambiamenti fisici, mentali e comportamentali nell’arco delle 24 ore giornaliere. Nei cuccioli, questo ritmo è diverso rispetto agli adulti: dormono più ore ma in modo frammentato tra giorno e notte. Questa differenza spiega perché possono svegliarsi nel cuore della notte con una spropositata voglia di giocare o correre. A differenza degli esseri umani che vedono diminuire le loro energie col passare delle ore, i cani hanno abitudini crepuscolari con picchi di attività all’alba e al tramonto.

cane che corre nel prato verde
Il cane dovrebbe avere modo di consumare tutte le proprie energie durante la giornata – velvetpets.it

Anche i cani adulti possono avere episodi simili ai FRAP descritti per i cuccioli; tuttavia, la frequenza con cui si verificano dipende da vari fattori come carattere dell’animale, razza o livello medio di attività quotidiana. Spesso, questi episodi si verificano quando non vengono soddisfatte adeguatamente le necessità fisiche e mentali del cane causando stress ed accumulo energetico.

Durante questi episodi improvvisi d’attività frenetica – generalmente brevi – non è consigliabile cercare di fermare il cane poiché rappresentano un modo naturale per lui di liberarsi dell’energia in surplus. L’ideale è attendere che l’episodio finisca naturalmente; successivamente si può offrire al cane dell’acqua fresca dato che probabilmente avrà iniziato ad ansimare dalla stanchezza.
È importante assicurarsi della sicurezza dell’ambiente dove si verifica l’episodio: se accade in casa rimuovere oggetti potenzialmente pericolosi dal suo cammino; se all’esterno assicurarsi che non ci siano strade vicine o altri potenziali pericoli.

Nonostante tali episodi non siano generalmente motivo d’allarme, ma piuttosto espressione naturale del comportamento canino volto a rilasciare tensione ed energia accumulata, se si ritiene che avvengano troppo frequentemente può essere utile consultare un etologo veterinario. Quest’ultimo potrà aiutare a stabilire una routine quotidiana più adatta alle esigenze specifiche del vostro amico peloso, contribuendo così a ridurre la frequenza degli attacchi frenetici.

In conclusione, possiamo sostenere che comprendere le ragioni alla base degli improvvisi “attacchi di follia” dei nostri amici a quattro zampe ci permette non solo di gestirli meglio quando si verificano, ma anche d’intervenire preventivamente attraverso l’adozione delle corrette pratiche quotidiane volte al loro benessere fisico ed emotivo.

Impostazioni privacy