Come tagliare le unghie al gatto senza fargli male

Tagliare le unghie al gatto senza causare dolore richiede una procedura apposita e molto attenta e qualche trucco.

Le unghie degli animali non sono come quelle degli umani, questo vuol dire che sono determinanti per la loro presa al pavimento e comunque nel movimento e che vanno curate con attenzione.

Taglio unghie del gatto
La tecnica infallibile per tagliare le unghie al gatto (velvetpets.it)

Un piccolo errore può causare dolore e sanguinamento quindi meglio avere gli strumenti giusti per poterlo fare.

Come tagliare le unghie al gatto anche quando sembra impossibile

La prima regola è sentirsi pronti, se siete facilmente impressionabili, non fatelo. Meglio rivolgersi al veterinario o al toelettatore. Questo perché non solo se sbagliate il gatto può farsi molto male ma anche perché dopo non si fiderà più di voi.

Forbici taglio unghie
Tagliare le unghie velocemente (velvetpets.it)

In commercio ci sono delle forbici apposite pensate per il taglio delle unghie negli animali, occorrono quelle, non altri tipi né quelle domestiche o per la carta. Le unghie del gatto sono molto forti e vanno livellate con prodotti appositi. Per chi ha paura di tagliare in modo netto ci sono anche degli strumenti più avanzati in cui si prende in automatico la misura dell’unghia e si taglia. Questi sono molto validi il problema è che bisogna tenere il gatto fermo per poter procedere ed è una vera sfida. In alternativa c’è anche la possibilità di limarle con strumenti molto efficaci, anche qui però il gatto deve restare fermo.

La tecnica quindi è proprio quella di tenere l’animale in un punto per eseguire il tutto. Se con il cane questa azione è ben più facile il gatto appena vi vedrà arrivare con il taglia unghie scapperà via. L’opzione uno è distrarlo animatamente con giochini e altro oppure eseguire un vecchio trucco che spopola sui social. Potrebbe non essere facile e anche un po’ disgustoso ma funziona.

Occorrono due persone per poterlo eseguire, una deve sedersi al tavolo della cucina, mettere un paio di occhiali per sicurezza e poi farsi bendare la testa e le orecchie di carta trasparente da cucina (la plastica alimentare sotto forma di pellicola). Tutta la testa e i capelli devono essere chiusi all’interno. L’altra persona a questo punto deve cospargere la testa con un cucchiaio di cibo per gatti. In breve tempo questo balzerà in autonomia sul tavolo e poi inizierà a mangiare dalla testa. La persona, sporgendosi con il capo terrà il micio impegnato a mangiare, mentre con le mani al di sotto procede al taglio.

Impostazioni privacy