Caduta dal cavallo: di chi è la responsabilità e quando tocca il risarcimento, cosa c’è da sapere

L’equitazione è un’attività che affascina molti, ma non è priva di rischi. I cavalli, pur essendo animali generalmente docili e tranquilli, possono avere comportamenti imprevedibili che mettono a rischio la sicurezza del cavaliere. Ma quando si verifica una caduta, di chi è la responsabilità? 

La caduta da un cavallo può essere attribuita a diverse cause. L’inesperienza del cavaliere gioca un ruolo cruciale: senza una corretta conoscenza su come montare e gestire l’animale, il rischio di perdere l’equilibrio e cadere aumenta notevolmente.

persona a cavallo in un bosco
Quali sono i rischi dell’equitazione e a chi viene attribuita la responsabilità in caso di lesioni – velvetpets.it

Anche il temperamento del cavallo può essere un fattore: situazioni di paura o problemi fisici come il dolore possono renderli imprevedibili. Inoltre, le condizioni del terreno sono fondamentali; un suolo inadatto all’equitazione aumenta il pericolo di scivolare e cadere.

Di chi è la responsabilità quando si cade dal cavallo?

Nel caso in cui qualcosa vada storto durante l’equitazione, le conseguenze possono variare da lesioni lievi a gravi. Fratture ossee o traumi cranici rappresentano gli esiti più seri, mentre distorsioni muscolari o contusioni rientrano nella categoria delle lesioni moderate che richiedono comunque attenzione medica. Anche i danni più superficiali come graffi o ematomi non devono essere sottovalutati.

allenamento del cavallo
Cosa succede se si cade dal cavallo, chi paga i danni? – velvetpets.it

In Italia, la legge attribuisce ai proprietari dei cavalli la piena responsabilità per il comportamento degli animali e per qualsiasi danno causato a persone o cose durante l’equitazione. Questo significa che se una persona viene ferita mentre monta uno dei tuoi cavalli – indipendentemente dalla causa dell’infortunio – sei tenuto a coprire tutti i costi derivanti dai danneggiamenti subiti dalla persona ferita.

Tuttavia, esiste un’eccezione importante: se il partecipante ha accettato consapevolmente i rischi associati all’attività sportiva dell’equitazione – firmando una liberatoria che esonera il proprietario da qualsiasi responsabilità legale in caso di infortunio – quest’ultimo non sarà tenuto al risarcimento dei danneggiamenti subiti dall’infortunato.

In effetti, comprendere le dinamiche della responsabilità nelle attività legate al mondo dell’equitazione è fondamentale sia per i cavalieri sia per i proprietari dei cavalli. La sicurezza deve sempre essere prioritaria in quest’ambito, al fine di limitare i rischi associati a questa nobile pratica sportiva.

Impostazioni privacy